Produzione

50 giorni di cinema internazionale a Firenze

Bardini Contemporanea

Base

Biennale di Venezia

CANGO

Estate Fiorentina

Fabbrica Europa

Festival dei Popoli

Fondazione Targetti

Fosca

Galleria d'Arte Moderna di Palazzo Pitti

Il Vivaio del Malcantone

Kinkaleri

Krypton/Teatro Studio

Lo schermo dell'arte

Middle East Now

Museo Marino Marini

Musicus Concentus

Pitti Discovery

Quelli della Compagnia

River to River

Senzacornice | Laboratorio di ricerca e formazione per l’arte contemporanea

Studio Marangoni

Teatro della Limonaia

Tempo Reale

Tusciaelecta

Villa Romana

Virgilio Sieni / Centro di produzione sui linguaggi del corpo e della danza

XING

Search

Attività

Arti visive

Fotografia

Editoria

Danza

Musica

Cinema

Teatro

Performing Art

Architettura

Festival

Anno

2016

2015

2014

2013

2012

2011

2010

2009

2008

2007

Produced

CANGO

INCONTRI SULL’ARTE CONTEMPORANEA

Evento inserito nella rassegna LA DEMOCRAZIA DEL CORPO 2013/14 - Un progetto di Virgilio Sieni

29.11.2014



tre incontri con i direttori dei più importanti centri d’arte contemporanea  che ci parleranno dello spazio vitale dell’artista e dei loro progetti

10 dicembre, h 18
Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, Presidente della Fondazione Sandretto Re  Rebaudengo, Torino

lunedì 17 marzo ore 18.30
Andrea Viliani, Direttore Generale del Madre  - Museo d'Arte Contemporanea Donnaregina di Napoli.

Filtri: CANGO, Teatro, Performing Art, Danza, Arti visive, 2013

Il Vivaio del Malcantone

Slow Cities

08.12.2013

Slow Cities è un progetto artistico che ha come oggetto l’area di Coverciano, la sua comunità e le sue dinamiche sociali. Abbiamo pensato di rivolgere lo sguardo all’area dove si vive e si agisce, di provare ad accorciare le distanze nella prospettiva di generare nuove relazioni attraverso la condivisione di pratiche artistiche e di interazione con la cittadinanza. Il Vivaio del Malcantone ha invitato l’artista Silvio Palladino che, insieme all’associazione, a studenti universitari e agli abitanti del quartiere, svolgerà un’analisi su Coverciano e aprirà un dialogo su che cosa significa comunità e se, e come, può essere possibile migliorarla. Una serie di attività partiranno l’8 diicembre e andranno avanti fino alla fine di gennaio. Nel mese di dicembre verranno distribuiti questionari, fatte interviste per il quartiere, invitati gli abitanti a partecipare a passeggiate dirette a registrare aspetti che solitamente sfuggono alla nostra visione, al fine di raccogliere informazioni e materiali utili a far emergere le dinamiche spaziali e sociali dell’area di riferimento. Il programma prevede la realizzazione un percorso di interazione urbana tra le risorse di quartiere, RIdestare, articolato in tre appuntamenti fissati a metà dicembre, e di un workshop a metà gennaio, curato da Love Difference e rivolto a tutti coloro che saranno interessati ad approfondire le tematiche e le problematiche inerenti all’area analizzata nel corso della ricerca svolta nel mese di dicembre. La residenza avrà luogo da metà gennaio a fine gennaio, periodo in cui l’artista svilupperà il progetto che verrà restituito al pubblico attraverso una presentazione la cui forma sarà definita dalla natura stessa del lavoro.

Filtri: Il Vivaio del Malcantone, Arti visive, Architettura, 2013

Festival dei Popoli

Festival internazionale del cinema documentario 2013

Evento inserito nella rassegna 50 Giorni di Cinema 2013

02.10.2013

Reality is more!

Prende il via il 30 novembre 2013 la 54° edizione del Festival dei Popoli di Firenze, la più prestigiosa manifestazioni italiana interamente dedicata al cinema documentario. Tra i principali eventi del settore documentario in Europa, il Festival dei Popoli negli anni è riuscito a proiettare sugli schermi di Firenze i capolavori di maestri del cinema mondiale, da Jean Renoir a Jean-Luc Godard, da Ken Loach a Claire Simon, oltre a centinaia di pellicole dei più grandi documentaristi internazionali che in Italia avrebbero corso il rischio di restare invisibili. A partire da questa edizione, il festival si arricchisce di un nuovo spazio – Doc at Work – realizzato grazie al sostegno di Regione Toscana e FST - Fondazione Sistema Toscana, che ringraziamo per la fiducia concessa al progetto. Incontri, workshop, presentazioni di libri e DVD, dibattiti con gli autori e con gli ospiti del Festival si articoleranno in un programma che si propone di alimentare la riflessione sul documentario come linguaggio della contemporaneità.
 

Filtri: Festival dei Popoli, Festival, Cinema, 2013

River to River

Florence Indian Film Festival

Evento inserito nella rassegna 50 Giorni di Cinema 2013

02.10.2013

 

Dal 22 al 28 novembre 2013 si svolge al cinema Odeon di Firenze la XIII edizione del River to River Florence Indian Film Festival, l'unico festival interamente dedicato alla cinematografia indiana in Italia. All'interno della "50 Giorni", il Festival è ideato e organizzato da Selvaggia Velo, direttrice della manifestazione, con il Patrocinio dell'Ambasciata dell'India e in collaborazione con il NFAI - National Film Archive of India.

Il Festival proporrà il meglio della cinematografia indiana dell'ultimo anno, tra anteprime europee e italiane, incontri con ospiti ed eventi collaterali, momenti di approfondimento e mostre fotografiche, oltre ad una speciale retrospettiva dedicata ad una star del cinema indiano.

 

Filtri: River to River, Festival, Cinema, 2013

Lo schermo dell'arte

Film Festival 2013

Evento inserito nella rassegna 50 Giorni di Cinema 2013

02.10.2013

Lo schermo dell’arte Film Festival si espande quest’anno a tutta la città secondo un’idea di Festival diffuso.
Incontri ed eventi si terranno anche nelle maggiori istituzioni culturali e del contemporaneo del territorio: Accademia di Belle Arti di Firenze, Rettorato dell'Università di Firenze, Museo Marino Marini, Villa Romana, Centro per la Cultura Contemporanea Strozzina, Centro per l'Arte Contemporanea L. Pecci di Prato.

In cinque anni Lo schermo dell’Arte Film Festival si è affermato come uno dei progetti internazionali più innovativi che indagano le molteplici relazioni tra arte contemporanea e cinema. Per la sesta edizione si apre alla città coinvolgendo le maggiori istituzioni culturali del contemporaneo che ospiteranno i Festival Talks, preziose occasioni di incontro con artisti e autori. Inoltre, il Festival conferma la tradizionale struttura del suo programma con le sezioni Cinema d’Artista, Sguardi, film in prima italiana dedicati ai protagonisti dell’arte di oggi, Focus on dedicato quest’anno all’opera cinematografica dell’artista lituano Deimantas Narkevicius, VISIO-European Workshop on Artists’ Moving Images e il Premio Lo schermo dell’arte Film Festival 2013.

Filtri: Lo schermo dell'arte, Festival, Cinema, Arti visive, 2013

CANGO

La democrazia del corpo

Evento inserito nella rassegna Festival Oltrarno Atelier 2013

01.11.2013

novembre 2013 > marzo 2014

Attraverso un ciclo di spettacoli, incontri, residenze e pratiche, La democrazia del corpo affronta il tema del corpo come viatico di trasmissione e sospensione. 150 giorni nel cuore del gesto e della danza; un viaggio che si schiude al frequentatore come pratica in cui è possibile condividere l’apertura verso le altre arti.
Per la prima volta, Virgilio Sieni porta a Cango quattro produzioni della Compagnia e tre progetti specifici dell’Accademia sull’arte del gesto, che intendono comporre un’unica visione organica.

La democrazia del corpo vuol mostrare al pubblico percorsi di visione pensati come un cammino alla ricerca del gesto; laboratorio aperto che elabora un trittico di relazioni e risonanze tra Firenze, Marsiglia e Riga.
Il progetto per Marseille-Provence Capitale Europea della Cultura 2013 ha visto la partecipazione di oltre 160 interpreti dell’Accademia sull’arte del gesto, provenienti da diversi luoghi del bacino del Mediterraneo: donne e uomini di tutte le età sono stati protagonisti di tre Agorà dislocate in altrettanti luoghi simbolici della città di Marsiglia.
 

Filtri: CANGO, Teatro, Performing Art, Musica, Festival, Danza, Arti visive, 2013

Museo Marino Marini

Deimantas Narkevicius - Da capo

Evento inserito nella rassegna Early One Morning

17.11.2012

Il Museo Marino Marini ospita DA CAPO, progetto dell’artista lituano Deimantas Narkevičius pensato per EARLY ONE MORNING, ciclo di mostre ideato e a cura di Alberto Salvadori. La sua pratica artistica si  concentra sulla narrazione video, filmica e semi-documentaria, ponendo al centro del suo lavoro l’indagine sulla percezione, la trasmissione della Storia e i meccanismi che la trasformano in base a differenti ideologie. Nei “docu-stories” di Narkevicius la tecnica di racconto, lo “storytelling”, passa continuamente dal passato al presente, e viceversa, e decostruisce la narrazione lineare. Utilizzando un registro stilistico e tecniche specifiche dei film amatoriali degli anni ’70, e ricorrendo, nella produzione dei suoi lavori, a attrezzature obsolete che contribuiscono ad ambientare i film in un tempo e in uno spazio indefinibile, le opere di Narkevicius sono vere e proprie macchine del tempo, in cui risalta la persistenza del passato nella dimensione contemporanea.Nelle sue sculture l’artista compie un'azione volta a mettere in atto un processo di messa in discussione della comune percezione degli oggetti di uso quotidiano, assegnandogli nuove e indeterminate, o potenziali, funzioni.

Filtri: Museo Marino Marini, Performing Art, Editoria, Arti visive, 2013

CANGO

Cenacoli fiorentini - Grande adagio popolare III

09.7.2013

Giunto alla sua terza edizione, il progetto Cenacoli fiorentini _ Grande Adagio Popolare è un evento che coinvolge quattro Cenacoli della città di Firenze, in un percorso che si propone di disegnare una geografia inedita dei luoghi della città. In dialogo costante con le diverse raffigurazioni dell’Ultima Cena, le azioni assumono il valore di una ricerca umana e figurativa che si sviluppa intorno al tema del contatto, in un viaggio fisico che attraversa identità, linguaggi e luoghi, lontani ma connessi tra loro attraverso il gesto poetico. In questi spazi straordinari e nascosti della città, luoghi della condivisione e della visione, della meditazione e del silenzio, prendono vita azioni che coinvolgono danzatori professionisti, bambini, adolescenti, coppie di madri e figli, donne e uomini provenienti da diversi Paesi, in un percorso che invita alla sospensione del gesto quotidiano.

Filtri: CANGO, Performing Art, Festival, Danza, Arti visive, Teatro, 2013

Galleria d'Arte Moderna di Palazzo Pitti

Daniele Lombardi - Guarda che musica

02.6.2013

Si apre il 2 giugno 2013 presso la Galleria d’arte modernadi Palazzo Pitti, la mostra GUARDA CHE MUSICA, del pianista, compositore e artista visivo Daniele Lombardi. Guarda che musica presenta grandi opere recenti, partiture, libri, riviste e varie installazioni che documentano il percorso artistico di Daniele Lombardi, percorso che lo ha portato a navigare tra musiche scritte per essere eseguite e musiche concettualizzate in immagini destinate ad una meditazione silenziosa. La mostra, che proseguirà sino al 30 giugno, è curata da Carlo Sisi e realizzata con il contributo e la collaborazione dell’Osservatorio per le Arti Contemporanee (OAC) dell’Ente Cassa di Risparmio, della Soprintendenza per il Polo Museale Fiorentino, della Fondazione Fiorenza, del Museo Marino Marini e del Maggio Musicale Fiorentino.

Filtri: Galleria d'Arte Moderna di Palazzo Pitti, Musica, Arti visive, 2013

Biennale di Venezia

Biennale di Venezia - 55a edizione

01.6.2013

Il Palazzo Enciclopedico forma un unico percorso espositivo che si articola dal Padiglione Centrale (Giardini) all’Arsenale, con opere che spaziano dall’inizio del secolo scorso a oggi, e con molte nuove produzioni, includendo più di 150 artisti provenienti da 38 nazioni. La Mostra è ispirata all’utopistica idea creativa di Marino Auriti che nel 1955 depositò all’ufficio brevetti statunitense il progetto di un Palazzo Enciclopedico, un museo immaginario che avrebbe dovuto ospitare tutto il sapere dell’umanità. Auriti progettò un edificio di 136 piani che avrebbe dovuto raggiungere i 700 metri di altezza e occupare più di 16 isolati della città di Washington. “L’impresa rimase incompiuta – racconta Massimiliano Gioni – ma il sogno di una conoscenza universale e totalizzante attraversa la storia dell’arte e dell’umanità e accomuna personaggi eccentrici come Auriti a molti artisti, scrittori, scienziati e profeti che hanno cercato – spesso in vano – di costruire un’immagine del mondo capace di sintetizzarne l’infinita varietà e ricchezza. Oggi, alle prese con il diluvio dell’informazione, questi tentativi di strutturare la conoscenza in sistemi omnicomprensivi ci appaiono ancora più necessari e ancor più disperati. Il Palazzo Enciclopedico indaga il desiderio di sapere e vedere tutto: è una mostra sulle ossessioni e sul potere trasformativo dell’immaginazione. La mostra si apre al Padiglione Centrale ai Giardini con una presentazione del Libro Rosso di Carl Gustav Jung.

Filtri: Biennale di Venezia, Arti visive, 2013

Biennale di Venezia

Padiglione Italia - Vice Versa

01.6.2013

Vice versa è il titolo scelto dal curatore Bartolomeo Pietromarchi per il progetto espositivo del Padiglione Italia alla 55. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali attraverso la Direzione Generale per il Paesaggio, le Belle Arti, l’Architettura e l’Arte Contemporanee.
Vice versa riprende un concetto teorizzato da Giorgio Agamben nel volume Categorie italiane. Studi di Poetica (1996), in cui il filosofo sostiene che per interpretare la cultura italiana sia necessario individuare una “serie di concetti polarmente coniugati” capaci di descriverne le caratteristiche di fondo. Binomi quali tragedia/commedia,architettura/vaghezza o velocità/leggerezza divengono così originali chiavi di lettura di opere e autori fondanti della nostra storia culturale. Ispirandosi a questa visione, vice versa propone un per corso espositivo composto da sette stanze, sette ambienti ognuno dei quali ospita due artisti in dialogo traloro, dove il senso profondo di questa vocazione dialettica è manifestato dalle opere esposte. I quattordici artisti invitati sono:Francesco Arena, Massimo Bartolini, Gianfranco Baruchello, Elisabetta Benassi, Flavio Favelli, Luigi Ghirri, PieroGolia, Francesca Grilli, Marcello Maloberti, Fabio Mauri, Giulio Paolini, Marco Tirelli, Luca Vitone, Sislej Xhafa.

IL CATA LOGO
L’immagine coordinata di vice versa – dal logo alla campagna di comunicazione, dagli inviti alla pannellistica fino al catalogo sarà sviluppata da Mousse Agency. La pubblicazione che accompagna la mostra sarà edita in doppia lingua, italiano e inglese, e raccoglierà un’importante selezione di materiali inediti che documenteranno l’ideazione e l’elaborazione delle opere.

Filtri: Biennale di Venezia, Performing Art, Fotografia, Festival, Editoria, Arti visive, 2013

Lo schermo dell'arte

Tra Arte e Cinema

22.5.2013

La terza edizione di Tra Arte e Cinema, rassegna di film sull’arte contemporanea nata nel 2011 dalla collaborazione tra l’Accademia di Belle Arti di Brera e Lo schermo dell’arte Film Festival, si terrà quest’anno allo Spazio Oberdan di Milano dal 22 al 25 maggio 2013.
Grazie alla collaborazione con la Provincia di Milano/Assessorato alla Cultura e con la Fondazione Cineteca Italiana, la rassegna di film provenienti dall’Archivio del Festival fiorentino nata dalla volontà dell’Accademia di Brera di offrire ai propri studenti un panorama delle esperienze più significative nel campo dell’arte contemporanea raccontate attraverso il cinema, si aprirà al pubblico della città di Milano.
Da mercoledì 22 a sabato 25 maggio 2013, dalle ore 15 alle 23, saranno proiettati 15 film documentari in versione originale sottotitolati in italiano che testimoniano la vita e l’opera di alcuni degli artisti più acclamati della scena contemporanea. Si tratta di film difficilmente reperibili,  la maggior parte dei quali presentati in anteprima nazionale nell’ambito della 5° edizione dello Schermo dell’arte tenutosi a Firenze nello scorso novembre.

Filtri: Lo schermo dell'arte, Cinema, Arti visive, 2013

Musicus Concentus

CALIBRO 35 - Indagine Sul Cinema Del Brivido In Italia - live

Evento inserito nella rassegna Crescendo 2013

13.4.2013

Un appuntamento di rilievo per "Crescendo", un concerto speciale che vedrà sul palco del Teatro della Pergola di Firenze i musicisti di Calibro 35 in formazione allargata con numerosi ospiti a celebrare la musica di uno dei generi di culto del cinema italiano degli anni Settanta: quello del cinema del brivido, termine che racchiude un'ampia categoria film che vanno dai primi thrilling gialli visionari di Dario Argento, a horror come "Reazione a Catena" di Mario Bava, allo splatter di pellicole come "Cannibal Holocaust".
Calibro 35 propone un nuovo percorso di rivisitazione dal vivo a questa variegata produzione musicale, con un concerto ricco di ospiti: alla classica formazione a quattro di Calibro si affiancano infatti percussioni, una sezione di archi e di ottoni, theremin e voci che daranno vita ad un'esibizione di sicura presa.

Filtri: Musicus Concentus, Musica, Festival, Cinema, 2013

Tempo Reale

Progetto Primavera 2013

12.5.2013


Ritornano le attività musicali di primavera di Tempo Reale, il centro di ricerca musicale fondato da Luciano Berio. Una serie di appuntamenti in collaborazione con istituzioni toscane d'eccellenza, da un tributo alla musica vocale di Luciano Berio fino ai video e alla musica elettronica del compositore giapponese Kurokawa. Attorno a tutto questo l'ormai consueta triangolazione musica-ambiente-spazio con percorsi musicali, passeggiate sonore e molto altro.Si comincia con Soundwalk_Focognano, un percorso di sensibilizzazione al suono ambientale e all’ecologia acustica  attraverso un soundwalk guidato nell’Oasi WWF Stagni di Focognano, santuario naturalistico alle porte di Firenze, per proseguire con Drinnn! Come suona la mia scuola? Concerto delle Scuole primarie e un grande doppio concerto di musica elettronica dal vivo. Prima due giovani realtà della scena rock toscana incontrano la ricerca elettronica di Tempo Reale per un progetto originale tutto incentrato sulla libera sperimentazione (EXPANDED ROCK - unePassante - King of the Opera - Tempo Reale). Poi un secondo quadro con la presenza di Kurokawa, musicista giapponese apprezzato per il suo lavoro di interazione tra espressione video e musicale.
Nel decimo anniversario della morte di Luciano Berio, Tempo Reale insieme a Homme Armé e Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, presenta inoltra un primo omaggio al compositore con due straordinari capolavori dedicati al tema della voce (LUCIANO BERIO “VISAGE/A-RONNE). Il Progetto primavera 2013 si chiude con PROGETTO BNCF - Percorso musicale nei luoghi della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, per un percorso di scoperta, attraverso la nuova musica, di spazi e contesti inediti e nascosti di uno dei luoghi più affascinanti del sapere fiorentino.

 

In collaborazione con Artlands, Provincia di Firenze, Comuni ed Enti di competenza nella Piana Fiorentina, Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato, Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, L’Homme Armé, Tempo Reale, Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze

Filtri: Tempo Reale, Performing Art, Musica, Arti visive, 2013

Museo Marino Marini

Matthew Brannon

Matthew Brannon - 0 Matthew Brannon - 1 Matthew Brannon - 2 Matthew Brannon - 3 Matthew Brannon - 4 Matthew Brannon - 5

1/6

Evento inserito nella rassegna Early One Morning

17.11.2012

Il Museo Marino Marini prosegue il programma espositivo di Early One Morning, a cura del direttore artistico Alberto Salvadori.  Il 19 aprile si inaugura Department store at night (Five impossible Films,1) progetto inedito prodotto dal Museo, di Matthew Brannon, affermatissimo artista statunitense con mostre nei più importanti musei internazionali, che coniuga un'elaborata e sofisticata produzione di grafica a installazioni volte a realizzare complessi e articolati progetti narrativi. Al Museo Marino Marini Matthew Brannon ha costruito un Department store at night dove sculture, stampe, fabric floor e un libro raccontano il cruento e misterioso episodio notturno alla base di un giallo da risolvere. L’elemento di fiction attinge da suggestioni che l’artista ha avuto durante i sopralluoghi al museo - lo spazio della cripta, oggi luogo deputato a progetti espositivi, luogo di millenaria storia, depositario di fatti e avvenimenti a noi sconosciuti – e dalla città di Firenze, nella quale il department store è oggi l’elemento caratterizzante l’aspetto del centro cittadino, dove ogni luogo è destinato al commercio, qualunque sia la sua natura, e dove una vivace vita diurna si alterna ad una tenue, quasi spenta, vita notturna, animata da fatti di ordinaria cronaca di provincia, nella quale tutto può apparire eccezionale. La mostra è composta, oltre che dal libro, da tre nuclei di opere, pensati e realizzati come veri e propri set teatrali e cinematografici.

Filtri: Museo Marino Marini, Arti visive, 2013

Museo Marino Marini

Nicola Martini

Nicola Martini - 0 Nicola Martini - 1 Nicola Martini - 2 Nicola Martini - 3

1/4

Evento inserito nella rassegna Early One Morning

17.11.2012

Il Museo Marino Marini prosegue il programma espositivo di Early One Morning, a cura del direttore artistico Alberto Salvadori.  Il 19 aprile si inaugura Nervo vago del fiorentino Nicola Martini (1984), tra i migliori giovani presenti nel panorama italiano. Il nervo vago fuoriesce dalla medulla oblungata, passando dal forame giugulare, passando dal torace alla cavità gastrointestinale; decimo delle dodici paia di nervi intracranici, è responsabile della frequenza cardiaca passando dalla peristalsi gastrointestinale, dalla sudorazione dei muscoli sfruttati dal parlato e dalla apertura della laringe durante l'inspirazione. Riceve inoltre sensazioni dall'orecchio esterno, e parte delle meningi. La sua materia, di cui la matrice è unitaria, si specifica a seconda delle regioni che interessa. Il progetto di Nicola Martini per il Museo Marino Marini entra direttamente nel sistema nervoso del museo, va a inserirsi nell’architettura entrando nelle nervature, negli spazi di connessione tra esterno e interno, tra materie differenti, tra penetrazione e compenetrazione di luce e buio.
Il nartece, delimitato dal grande triforio di Leon Battista Alberti, é il primo luogo dove il lavoro di Nicola Martini incontra, indaga e modifica il guscio, di matrice tardo brutalista, che accoglie le persone al Museo Marini di Firenze e ci introduce allo spazio interno, dove la collezione dello scultore pistoiese è conservata. Martini poi entra all'interno dell'edificio e nel sacello della cripta interviene negando lo spazio, escludendo l’accesso a una stanza destinata a progetti degli artisti invitati, ridisegnandone la funzione con una scultura realizzata in una cera speciale.

Filtri: Museo Marino Marini, Arti visive, 2013

Fabbrica Europa

edizione 2013

16.4.2013

Spazio alla danza e al teatro per aprire un festival diffuso: dalla città alla regione, dall’Italia all’Europa. La XX edizione di Fabbrica Europa scompagina i margini, disegnando una nuova formula: un festival dilatato nello spazio e nel tempo, una programmazione più ramificata che, da metà aprile a metà giugno che coinvolge in una rete attiva diversi teatri e spazi performativi della città e della regione. Due mesi per tracciare un’inedita mappa del contemporaneo che punta sulla trasversalità. È il concetto di mobilità dell’arte o di progettualità diffusa, già avviato negli ultimi anni, si concretizza in forma più definita e capillare. Il Teatro Era di Pontedera, il Teatro Cantiere Florida, CanGo Cantieri Goldonetta, la Stazione Leopolda, il Teatro della Pergola, l’Istituto Francese, il Rondò di Bacco, il Vivaio del Malcantone e altri spazi, accolgono importanti protagonisti - nazionali e internazionali - della danza e del teatro, insieme a giovani emergenti, autori di progetti innovativi e di qualità.

Filtri: Fabbrica Europa, Teatro, Performing Art, Musica, Festival, Danza, Cinema, Arti visive, 2013

Musicus Concentus

Peter Brötzmann – Paal Nilssen

Peter Brötzmann – Paal Nilssen - 0 Peter Brötzmann – Paal Nilssen - 1

1/2

Evento inserito nella rassegna Crescendo 2013

13.4.2013

L’eccezionale duo che affianca il sassofonista tedesco Peter Brötzmann al batterista norvegese Paal Nilssen-Love è l’appuntamento che inaugura i concerti di “Crescendo” del 2013. L’evento si annuncia di grande rilievo vista la centralità del sassofonista tedesco, un punto di riferimento della new music dalla metà degli anni Sessanta. La collaborazione tra Brötzmann e Nilssen-Love è iniziata nel 1998 e da allora, oltre che in duo, si è sviluppata in numerosi gruppi: il quartetto Hairy Bones, il Roma trio, l’ Ada trio, e il Peter Brötzmann Chicago Tentet. Il duo ha già al suo attivo concerti in Europa, Stati Uniti e Giappone, e due cd, pubblicati dall’etichetta di Oslo Smalltown Supersound,“SweetSweat” (2008),  “Woodcuts” (2010). Il risultato della loro combinazione produce una musica di straordinaria energia, un’intesa magnifica e stimolante in un confronto generazionale che mescola entusiasmo ed esperienza per approdare ad una musica coinvolgente e liberatoria.

Filtri: Musicus Concentus, Musica, Festival, 2013

Middle East Now

Festival 2013

Evento inserito nella rassegna Festival Middle East Now 2013

03.4.2013

Dal 3 all’8 aprile a Firenze, Middle East Now ha presentato 44 titoli in programma, di cui 37 anteprime nazionali (in totale 16 cortometraggi), e ha avuto oltre 25 ospiti, tra registi, attori, produttori, artisti e ospiti internazionali. Un viaggio per tappe che ha toccato i Paesi più “caldi” dell’area Mediorientale:le storie, i personaggi, i temi forti e l’attualità nelle produzioni più recenti da Iran, Iraq, Kurdistan, Libano, Israele, Palestina, Egitto, Giordania, Emirati Arabi, Afghanistan, Siria, Bahrein, Algeria e Marocco, per far conoscere la cultura e la società di questi paesi, oltre i pregiudizi e le bad news dei media internazionali. I film in programma sono stati titoli premiati ai migliori festival internazionali, di autori emergenti e cineasti affermati, che difficilmente trovano una distribuzione nel circuito cinematografico italiano.

Filtri: Middle East Now, Cinema, 2013

Fosca

Frau Frisör Fosca

Frau Frisör Fosca - 0 Frau Frisör Fosca - 1 Frau Frisör Fosca - 2 Frau Frisör Fosca - 3

1/4

22.2.2013

La programmazione dello spazio Frau Frisör Fosca (FFF) si apre nel corso del 2013 ad un periodo dedicato alla sperimentazione sonora e ai suoi smarginamenti interdisciplinari. Fosca propone una serie di incontri dedicati all'interazione fra suono, spazio e percezione, sempre con particolare attenzione alla dimensione “live” e quindi alla performance. Tale direzione, che presenta appuntamenti di diversa natura sia per formati che per ambiti disciplinari, è l'occasione per approfondire e consolidare collaborazioni già in atto con altre importanti realtà artistiche del territorio, ma anche aprire a realtà nazionali e internazionali su un tema, quello del suono, sempre più importante per la ricerca di Fosca.

Si inaugura lo spazio nel 2013 con una performance nata dalla prima residenza artistica durata due settimane di artista performativa di Buenosaires (AR) e un artista visivo. Si proseguirà con il concerto dei Blutwurst, il collettivo di musicisti con base a Firenze, dedito all'improvvisazione radicale e all'esecuzione di partiture grafiche,
A seguire FFF ospita due appuntamenti in occasione del forum FKL "Per chi suona il paesaggio" in collaborazione con Tempo Reale e Paesaggio Sonoro. Enio Colaci e Alice presenteranno invece “Electronic music for barber shop”, un musicista elettronico e pianista alle prese con laptop e synth.
E poi ancora la mostra a seguito del laboratorio avvenuto tra febbraio e maggio presso la scuola media dell'Istituto Comprensivo Calamandrei, condotto da Radio Papesse, Jessica Grasse e il duo di turu.it curata da Massimo Ricciardo; la serata di poesia con letture eseguite dagli autori dopo un laboratorio sulla fiaba dei Frateli Grimm tenuto da Elisa Biagini e infine LIM, performance ispirata alla pratica del parkour, ultima tappa di un progetto partito ad aprile e che coinvolge gli atleti parkour, artisti e giovani partecipanti all'omonimo laboratorio.


 

Filtri: Fosca, Teatro, Performing Art, Musica, Danza, 2013

Museo Marino Marini

Video Player

20.2.2013

                    
In occasione della mostra The Player. Viaggio nelle passioni contemporanee. Opere  dalla collezione Sandra e Giancarlo Bonollo, il Museo Marino Marini presenta Video PLAYER, programma di film dedicati agli artisti in mostra a cura dello Schermo dell’arte Film Festival.

Filtri: Museo Marino Marini, Cinema, Arti visive, 2013

Museo Marino Marini

Andrea Kvas

Andrea Kvas - 0 Andrea Kvas - 1 Andrea Kvas - 2

1/3

Evento inserito nella rassegna Early One Morning

17.11.2012

EARLY ONE MORNING, programma espositivo annuale del Museo Marino Marini, ideato dal direttore artistico Alberto Salvadori, prosegue con Campo, progetto, realizzato per l’occasione, dell’artista triestino Andrea Kvas, a cura di Barbara Casavecchia, che si inaugura venerdì 8 febbraio 2013.
Kvas interverrà nello spazio del Sacello del Museo. Lo occuperà con una serie inedita di lavori, composti da elementi in poliuretano espanso e assi di legno, rielaborati in situ e quindi “in progress” fino al giorno dell’inaugurazione. Campo è la sua prima personale in un museo italiano. Per Kvas, il lavoro è un processo che nasce dalla tensione del “campo” nel quale prende forma: lo studio, così come lo spazio espositivo, che l’artista occupa spesso per lunghi periodi prima delle mostre, per farne uno spazio funzionale, non più intonso, da sfruttare. In Tennis, tv, trigonometria, tornado (e altre cose divertenti che non farò mai più), David Foster Wallace descrive l’esercizio col quale i tennisti si lanciano palle da un angolo all’altro, incrociando i rovesci e formando il diagramma di una farfalla, in loop. Così l’azione va in automatica e permette ai giocatori di “lasciare il pianeta”. L’esercizio ripetuto della tecnica la rende ininfluente. “I procedimenti fisici del mio lavoro sono semplici e ripetitivi. Sto in uno spazio per il tempo necessario a dimenticarmi che ha qualcosa che potrebbe bloccarmi, come un paio di scarpe nuove che ricordi di avere ai piedi solo i primi giorni, per poi ignorarle”.
Kvas lavora contemporaneamente con un’infinità di materiali, senza gerarchie: acrilici, idropitture, smalti, asfalto, pigmenti naturali e sintetici, resine acriliche, colle, farina, polvere di marmo, gommalacca, lattice sintetico, poliuretano, peraluman, ferro zincato, acciaio inox, aluzinc, ferro preverniciato, legno, cotone, lino, silicone acrilico, elastomero bituminoso, lineoleum, pavimenti, pareti... Li modifica e ibrida a più riprese. E spesso interviene sugli stessi lavori a distanza di tempo per evitare di concentrare la propria pratica su un singolo oggetto e sviluppare una ‘postura’ fluida.

Filtri: Museo Marino Marini, Arti visive, 2013

Museo Marino Marini

The Player

The Player - 0 The Player - 1 The Player - 2 The Player - 3 The Player - 4

1/5

19.1.2013

Il Museo Marino Marini inaugura sabato 19 gennaio 2013 THE PLAYER. Viaggio nelle passioni contemporanee. Opere  dalla collezione Sandra e Giancarlo Bonollo, a cura di Alberto Salvadori.
The Player è un progetto annuale di indagine su preziose collezioni private italiane meno conosciute dal grande pubblico. Per ogni appuntamento sarà allestito nelle sale del Museo un raffinato percorso espositivo dedicato alla passione e alla ricerca che il collezionista ha espresso nella realizzazione della propria collezione.
Ogni anno sarà realizzata per quattro mesi una vera e propria nuova ala del museo in grado di connettersi alla storia attuale e quella del passato della città di Firenze, patria universale del collezionismo d'arte e luogo dove la figura emblematica, dall’età moderna, di collezionista d'arte è nata.
Protagoniste di questa prima esposizione saranno le opere di Pavel Althamer, Darren Almond, Stefano Arienti, Tacita Dean, Jeremy Deller, Rineke Dijkstra, Keith Edmier & Farrah Fawcett, Olafur Eliasson, Urs Fischer, Giuseppe Gabellone, Mona Hatoum, Sarah Lucas, Marepe, Gabriel Orozco, Damián Ortega, Simon Starling e Piotr Uklanski della collezione di Sandra e Giancarlo Bonollo che da molti anni seguono con passione, competenza e silenziosa dedizione, il divenire e il percorso di artisti italiani e internazionali.

Filtri: Museo Marino Marini, Arti visive, 2013