Produzione

50 giorni di cinema internazionale a Firenze

Bardini Contemporanea

Base

Biennale di Venezia

CANGO

Estate Fiorentina

Fabbrica Europa

Festival dei Popoli

Fondazione Targetti

Fosca

Galleria d'Arte Moderna di Palazzo Pitti

Il Vivaio del Malcantone

Kinkaleri

Krypton/Teatro Studio

Lo schermo dell'arte

Middle East Now

Museo Marino Marini

Musicus Concentus

Pitti Discovery

Quelli della Compagnia

River to River

Senzacornice | Laboratorio di ricerca e formazione per l’arte contemporanea

Studio Marangoni

Teatro della Limonaia

Tempo Reale

Tusciaelecta

Villa Romana

Virgilio Sieni / Centro di produzione sui linguaggi del corpo e della danza

XING

Search

Attività

Arti visive

Fotografia

Editoria

Danza

Musica

Cinema

Teatro

Performing Art

Architettura

Festival

Anno

2016

2015

2014

2013

2012

2011

2010

2009

2008

2007

Produced

Teatro della Limonaia

A Tribute to Ping Pong

Evento inserito nella rassegna Intercity Festival 2012

21.9.2012

Il Ping Pong non è solo uno sport. E’ una filosofia, la cui ricetta intellettuale è condita con un mix di Yin e Yang, di inferno e paradiso, Stephen Hawking e Uri Geller con un pizzico di Kahlil Gibran e Bruce Lee.
Lo spettacolo, anche se indipendente, fa parte del percorso di ricerca che la Jo Strømgren Kompani ha sviluppato a partire dal 1997, quando presentarono A Tribute to Football, sulla peculiare simbiosi tra sport e danza.
L’idea originale, molto apprezzata e definita una perla rara nel mondo della danza, ha dato il suo contributo al dilemma accademico intorno alla questione del posizionamento della danza contemporanea: più rivolta all’intrattenimento popolare o piuttosto verso una nicchia più elitaria?
A Tribute to Ping Pong, rimasto in cantiere per oltre dieci anni, mantiene un approccio determinato e coerente con chiari riferimenti alla cultura popolare e, allo stesso tempo, è totalmente rappresentativo dello stile personale della compagnia, riconosciuta oramai a livello mondiale.
Lo storyboard dello spettacolo, in scena al Teatro della Limonaia per Intercity Festival 2012, presenta elementi di teatro di figura con l’aggiunta di una voce fuori campo  e ha deliberatamente attinto alle sceneggiature dei tipici B-movie della tradizione americana: a una squadra di ragazzotti occidentali bianchi come il latte viene insegnata la filosofia orientale in tempi record per affrontare il ping pong a livello trascendentale. Il climax della trama è deliberatamente nevralgico e rimbalza dalla blasfemia irrispettosa, nel peggiore dei casi, al fascino dell’ingenuità, nel migliore.

Il Festival è promosso dal Teatro della Limonaia, da Sesto Idee – Istituzione per i servizi Culturali Educativi e Sportivi di Sesto Fiorentino, dal Comune di Sesto Fiorentino, dal Comune di Firenze, dalla Provincia di Firenze, dalla Regione Toscana e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.


 

Filtri: Teatro della Limonaia, Teatro, Performing Art, Arti visive, 2012