Produzione

50 giorni di cinema internazionale a Firenze

Bardini Contemporanea

Base

Biennale di Venezia

CANGO

Estate Fiorentina

Fabbrica Europa

Festival dei Popoli

Fondazione Targetti

Fosca

Galleria d'Arte Moderna di Palazzo Pitti

Il Vivaio del Malcantone

Kinkaleri

Krypton/Teatro Studio

Lo schermo dell'arte

Middle East Now

Museo Marino Marini

Musicus Concentus

Pitti Discovery

Quelli della Compagnia

River to River

Senzacornice | Laboratorio di ricerca e formazione per l’arte contemporanea

Studio Marangoni

Teatro della Limonaia

Tempo Reale

Tusciaelecta

Villa Romana

Virgilio Sieni / Centro di produzione sui linguaggi del corpo e della danza

XING

Search

Attività

Arti visive

Fotografia

Editoria

Danza

Musica

Cinema

Teatro

Performing Art

Architettura

Festival

Anno

2016

2015

2014

2013

2012

2011

2010

2009

2008

2007

Produced

Lo schermo dell'arte

Lo Schermo dell'Arte Film Festival 2016

Evento inserito nella rassegna Lo Schermo dell'Arte - edizione 2016

16.11.2016

 Torna a Firenze dal 16 al 20 novembre 2016 LO SCHERMO DELL'ARTE FILM FESTIVAL, progetto internazionale che indaga e promuove le relazioni tra arte contemporanea e cinema, giunto alla IX edizione, diretto da Silvia Lucchesi.

 

Un ricco programma che si aprirà mercoledì 16 novembre al Cinema La Compagnia, nuova sala fiorentina ristrutturata dopo anni di inattività, con l'inaugurazione della mostra “VISIO. Outside The Black Box” a cura di Leonardo Bigazzi, che raccoglierà le opere dei 12 artisti partecipanti alla V edizione di “VISIO European Programme on Artists’ Moving Images” (ore 18.00). A seguire, alle 21.00, l’Opening Night con la prima italiana di “Where is Rocky II?” di Pierre Bismuth, cronaca docu-fiction della ricerca di una misteriosa opera dell’artista californiano Ed Ruscha. L'incasso della serata sarà devoluto alle popolazioni italiane recentemente colpite dal terremoto, per contribuire alla ricostruzione di un territorio ricco di arte e tradizione.

 

Tra gli artisti ospiti Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi protagonisti del “Focus On 2016” che riunisce sette dei loro celebri film, Omer Fast che presenterà le prime italiane dello psico-thriller “Remainder” (2015) e “Continuity” (2016), Luca Trevisani con la prima europea del suo ultimo lavoro “Sudan” (2016) co-prodotto dallo Schermo dell’arte, e ancora Joana Hadjithomas autrice con Khalil Joreige del poetico “Ismyrne” (2016) e Assaf Gruber con il corto “The Right” (2015).

 

Tra i film d’artista del programma anche le anteprime di “Nightlife” (2015), primo film in 3D di Cyprien Gaillard, “Faux Départ” (2015) di Yto Barrada, candidata al Prix Duchamp 2016, e “The Challenge” (2016) di Yuri Ancarani, premiato all’ultimo Festival di Locarno e presentato in collaborazione con la Biennale de l’Image en Mouvement (BIM) di Ginevra.

 

Il programma della sezione Sguardi include documentari sull’arte contemporanea, tra cui le prime italiane dei ritratti del fotografo americano Robert Frank e degli artisti Eva Hesse e David Hockney. In collaborazione con la Fondazione Palazzo Strozzi, in occasione della mostra “Ai Weiwei. Libero”,  verrà proposto, alla presenza del regista Michael Schindhelm, “The Chinese Lives of Uli Sigg” dedicato al più famoso collezionista di arte cinese contemporanea, l’imprenditore svizzero Uli Sigg.

 

Inoltre, durante il Festival, si svolgerà la parte conclusiva della seconda edizione di Feature Expanded, programma di training unico in Europa, nato con la volontà di ampliare le competenze e promuovere il lavoro di artisti che desiderano realizzare il loro primo lungometraggio, ideato e promosso da Lo schermo dell'arte Film Festival e da HOME, diretto da Leonardo Bigazzi e Sarah Perks e sostenuto da Creative Europe/MEDIA.

 

Lo schermo dell'arte Film Festival 2016 è stato realizzato con il contributo della Regione Toscana nell’ambito di “Toscanaincontemporanea2016” e di Creative Europe/MEDIA, Comune di Firenze, Fondazione Cassa di Risparmio di Firenzeè incluso nel programma “50 Giorni di Cinema 2016”, progetto realizzato nell’ambito del Programma Sensi Contemporanei per il Cinema, sostenuto da Agenzia per la Coesione Territoriale, MIBACT Direzione Generale Cinema, Regione Toscana, Fondazione Sistema Toscana partner istituzionali: Fondazione Palazzo Strozzi, Institut français Firenze, Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi in Italia, Accademia di Belle Arti di Firenze, Deutsche Institut Florenz sponsor: ottod’Ame, Famiglia Cecchi, Findomestic, Unicoop Firenze

Filtri: Lo schermo dell'arte, Festival, Cinema, Arti visive, 2016

River to River

River to River Florence Indian Film Festival 2015

05.12.2015

Si chiude con oltre 12200 presenze la 15/a edizione del River to River Florence Indian Film Festival. Il best of sarà proiettato a gennaio all’interno della programmazione della Cineteca di Bologna e a febbraio allo Spazio Oberdan di Milano

Il film sul dramma di Bhopal: A Prayer for Rain di Ravi Kumar

vince il premio River to River Award per il Miglior Film  

Il premio miglior cortometraggio è andato a Sarmad Masud per Two Dosas.

The Hope Doctors di Diya Banerjee ha vinto il premio come miglior documentario.

Firenze, 11 dicembre - Nel giorno dedicato ai diritti umani – il 10 dicembre – è stato Bhopal: a prayer for rain di Ravi Kumar, che ripercorre uno dei più gravi disastri chimici della storia, a 31 anni dalla notte in cui una fuga di gas letale della fabbrica di pesticidi della Union Carbide di Bhopal, in India, ha causato la morte di migliaia di persone, a vincere il premio River to River Award per il Miglior Film della 15/a edizione del River to River Florence Indian Film Festival, unico festival in Italia interamente dedicato alla cinematografia indiana (Cinema Odeon, Firenze).

Il film, prodotto dal Bhopal Medical Appeal, organizzazione che si occupa delle vittime della tragedia è interpretato da un cast internazionale, tra cui Misha Barton, Martin Shen e Kal Penn. A ricevere il premio è stato David Brooks, sceneggiatore del film.

La 15/a edizione de festival si è chiusa ieri con circa 12200 presenze in sei giorni (quasi il 30% in piùrispetto allo scorso anno). Nella giornata di ieri, giovedì 10 dicembre, sono stati decretati anche i film vincitori del “River to River Audience Award” assegnato dal pubblico per la categoria dei documentari e dei cortometraggi.

A farla da padrone è ancora la tematica dei diritti umani e l’attenzione per l’altro, al centro del documentarioThe Hope Doctors di Diya Banerjee che si è aggiudicato il premio come miglior documentario; il docu racconta le mancanze del settore sanitario indiano, che vengono sanate e raccontate dai medici e operatori che praticano la clownterapia.

Il premio miglior corto è andato invece a Sarmad Masud per Two Dosas, tragicomica commedia romantica, che racconta del primo appuntamento tra l’insegnante di scienze Pavan e Chloe.

“E’ stata un bella edizione, unica nel suo genere - spiega Selvaggia Velo, direttrice del festival - perché è stata possibile anche grazie alla campagna di crowdfunding, e quindi tutti i donatori si sono sentiti parte del festival. Lo abbiamo notato anche in sala, nelle reazioni delle persone, è stato un festival davvero partecipato. I film - prosegue la Velo - hanno ottenuto dei punteggi alti, segno che la selezione di quest’anno è stata molto apprezzata dal pubblico. Deepa Mehta, poi, è stata una grande ospite, e la presentazione in prima italiana di Beeba Boys è stato uno dei momenti più emozionanti di questa edizione. Vince Bhopal: A Prayer for Rain - conclude la direttrice - in cui si parla dei diritti umani e delle tragedie del mondo, segno che l’importanza del messaggio, nei film, rimane centrale, e sono queste le storie che colpiscono di più”.

La manifestazione, inserita nell’ambito della 50 Giorni di cinema internazionale a Firenze, ha presentato 30 film tra prime nazionali, europee e mondiali, dalle novità del circuito indipendente, alle ultime produzioni di Bollywood, fino alla scena contemporanea della video arte, con 15 ospiti tra cui la star Deepa Mehta, regista indiana di fama mondiale, a cui il festival ha dedicato la retrospettiva italiana dei suoi film.

Il River to River non è ancora finito: nel 2016 una selezione dei “best of” e i film vincitori dell’edizione 2015saranno proiettati a gennaio al cinema Lumiere di Bologna, inseriti per la prima volta all’interno della programmazione della cineteca, mentre dal 12 al 14 febbraio approderanno per il terzo anno consecutivoallo Spazio Oberdan di Milano.

Filtri: River to River, Festival, Cinema, 2015

Lo schermo dell'arte

Lo Schermo dell'Arte - edizione 2015

Evento inserito nella rassegna Lo Schermo dell'Arte - edizione 2015

18.11.2015

Dal 18 al 22 novembre a Firenze si terrà LO SCHERMO DELL'ARTE FILM FESTIVAL, Festival internazionale di cinema e arte contemporanea, diretto da Silvia Lucchesi, un ricco programma di film dedicati ai maggiori protagonisti delle arti contemporanee tra cui Peggy Guggenheim, Richard Hamilton e Marcel Duchamp, i maestri della Land Art e Jan Fabre; cinema d'artista con film, tra gli altri, di Pierre Huyghe, Flatform, Sarah Vanagt, talks, workshop, ospiti internazionali tra cui Martial Raysse e Runa Islam, il Focus on dedicato al regista e videoartista tedesco Harun Farocki. Infine ritorno dell'arte contemporanea a Palazzo Strozzi con la mostra VISIO. Next Generation Moving Image, curata da Leonardo Bigazzi, 12 giovani artisti che presenteranno fino al 20 dicembre i loro lavori video negli spazi della Strozzina.
Film dell’Opening Night è l’acclamato Francofonia di Alexandr Sokurov, in concorso alla 72° Mostra del Cinema di Venezia, che racconta la collaborazione tra il direttore del Louvre Jacques Jaujard e l'ufficiale tedesco Franziskus Wolff-Metternich per salvare i tesori del museo parigino durante l'occupazione nazista. Prosegue, inoltre, la collaborazione con Palazzo Grassi – Punta della Dogana e Gucci Museo, iniziata lo scorso anno: sabato 21 novembre, l’artista francese Martial Raysse, in conversazione con Martin Bethenod direttore di Palazzo Grassi, presenterà sei suoi film. In collaborazione con il Dipartimento SAGAS dell’Università di Firenze, giovedì 19 novembre presso l’Aula Magna del Rettorato, per la sezione Festival Talks, si terrà una conversazione tra l’artista e filmmaker britannica Runa Islam e lo storico dell’arte Riccardo Venturi. Nell’ambito del Festival si terrà, inoltre, la IV edizione di VISIO European Programme on Artists’ Moving Images curato da Leonardo Bigazzi e rivolto ad artisti under 35 che lavorano con le immagini in movimento, che inaugurerà martedì 17 novembre con la mostra VISIO. Next Generation Moving Images (Strozzina, fino al 20 dicembre). A questo ricco calendario si aggiunge l'importante novità di quest'anno, Feature Expanded, primo programma di formazione al mondo rivolto ad artisti con background nel campo delle arti visive, ideato e organizzato da Lo schermo dell'arte e da HOME Manchester, sostenuto dal Creative Europe MEDIA, e diretto da Leonardo Bigazzi e Sarah Perks, con project partner Netherlands Film Fund, University of Salford, Manchester e Toscana Film Commission.

 

Lo schermo dell’arte Film Festival 2015 è incluso nella rassegna 50 Giorni di Cinema Internazionale a Firenze; riceve il contributo di Creative Europe-MEDIA, Regione Toscana, Ente Cassa di Risparmio/OAC Osservatorio per le arti contemporanee; è realizzato con il sostegno di Fondazione Palazzo Strozzi, Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi in Italia, Institut français Firenze, Deutsches Institut Florenz, Accademia di Belle Arti di Firenze e il patrocinio di Confederazione Svizzera-Ambasciata di Svizzera in Italia. in collaborazione con il Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci nell’ambito del progetto regionale “Cantiere Toscana Contemporanea”.

Filtri: Lo schermo dell'arte, Festival, Cinema, Arti visive, 2015

Fabbrica Europa

FABBRICA EUROPA 2015

Evento inserito nella rassegna FABBRICA EUROPA 2015

07.5.2015

Fabbrica Europa XXII edizione è un'immersione in una moltitudine di universi creativi, fisici e culturali.
Danza, Teatro, Musica esprimono contemporaneità non convenzionali, tracciando linee progettuali simultanee attraverso proposte innovative che lasciano emergere una polifonia di voci artistiche.
Non un'accumulazione di segni, ma la tendenza a innestare relazioni che originano nuovi significati.
Fabbrica Europa lavora da sempre per costruire ponti di conoscenza e occasioni di consapevolezza culturale, individuando percorsi possibili, traiettorie inusuali e trattenendo memoria di ritualità passate e presenti. Memoria che dia la spinta per riattivare un impegno collettivo dello sguardo, della percezione, del gesto. Verso un futuro dagli orizzonti ancora aperti.
Al centro del programma la danza. Un focus sull’arte scenica di area asiatica, importanti compagnie di respiro europeo, artisti affermati e giovani emergenti del panorama internazionale e nazionale, rappresentano per lo spettatore un’occasione unica per un viaggio tra i linguaggi performativi e coreografici oltre ogni confine.
Per il teatro, all’insegna della contaminazione di forme e linguaggi, vengono presentati in questa edizione spettacoli che puntando su una polifonia di voci artistiche, intrecciano parola e musica, ricerca drammaturgica e vocale, testimonianza storica, sociale e politica. 
Nel 2015 è tornata a Fabbrica Europa anche la musica, dopo alcuni anni in cui il festival si era concentrato principalmente su danza e teatro. Le proposte di questa XXII edizione combinano l'esigenza del fare musica agli aspetti socio-politici, in un percorso in cui la presenza di nomi storici si intreccia con le più interessanti novità della scena attuale.

Firenze, Stazione Leopolda, Museo Novecento, Cortile Palazzo StrozziIstituto francese; Le Murate,teatro Cantiere FloridaTeatro Verdi
Teatro Goldoni

Pontedera, Teatro Era

Filtri: Fabbrica Europa, Teatro, Performing Art, Musica, Festival, Danza, Arti visive, 2015

Festival dei Popoli

FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DOCUMENTARIO 2014

Evento inserito nella rassegna FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DOCUMENTARIO

28.11.2014


Il 55° Festival dei Popoli, in programma dal 28 Novembre al 5 Dicembre 2014, propone il meglio del cinema documentario internazionale. Il programma si compone di 83 documentari di provenienza internazionali suddivisi per sezioni: Concorso Internazionale (corti, medi e lungometraggi inediti in Italia); Panorama (sezione dedicata alla produzione italiana); Eventi Speciali (film ad alto contenuto spettacolare e temi di grande attualità); la retrospettiva dedicata al regista olandese Jos de Putter, narratore di talento, e l’omaggio al regista francese Vincent Dietrue che ha raccontato l’Italia dagli anni '70 a oggi. Tra le novità di questa edizione due sezioni non competitive: Sui generi(s), selezione di documentari che si rifanno ai grandi generi classici: dal western all’horror; dalla fantascienza all’erotico; e Reality is More, che propone storie vere che vanno al di là della nostra immaginazione. La sezione I mestieri del cinema presenta un omaggio a Dominique Auvray montatrice di fiducia di registi del calibro di Marguerite Duras, Wim Wenders, Philippe Garrel, Vincent Dieutre e tanti altri. Durante il festival si svolgerà inoltre  Doc at Work, co-production market con presentazione di progetti e rough cuts ad esperti internazionali, workshop, incontri con gli autori. Per facilitare gli spettatori nella scelta dei film da non perdere, il programma del festival prevede una serie di percorsi tematici: dalle arti alla moda, dalla famiglia all'ambiente, dalla politica all'attualità. Anche quest’anno lo slogan del festival è “Reality is More”: un claim che sottolinea l’importanza di documentare la realtà e la quotidianità come atto politico.

Filtri: Festival dei Popoli, Festival, Cinema, 2014

Fabbrica Europa

Festival 2014

Evento inserito nella rassegna Fabbrica Europa 2014

08.5.2014

La XXI edizione del festival Fabbrica Europa apre una riflessione trasversale sulla “condizione umana” e sulla “memoria contemporanea” toccando i concetti di identità, comunità, alterità attraverso la creazione artistica.
Un cantiere aperto per una generazione in transito che, dall’8 maggio al 28 giugno 2014, propone nuove visioni e dà vita a una panoramica di poetiche di resistenza: performance di artisti internazionali dalle quali emergono le profondità del teatro d'arte dell'Est e della danza contemporanea che da diversi contesti internazionali si proietta sull'Europa. Sguardi sul mondo, visioni molteplici, attraverso gli occhi di autori affermati della scena contemporanea e di giovani creatori che ne offrono letture inedite.
Un programma di teatro, danza e arti performative che dalla Stazione Leopolda - luogo simbolo di Fabbrica Europa - si diffonde su altri spazi di Firenze, dal Nuovo Teatro dell'Opera al Teatro Cantiere Florida, fino all'Oltrarno con Cango Cantieri Goldonetta, il Teatro Goldoni, l'Ex Chiesa San Carlo dei Barnabiti, per toccare infine il Teatro Era di Pontedera.
 

Filtri: Fabbrica Europa, Teatro, Performing Art, Musica, Festival, Danza, 2014

Quelli della Compagnia

Brazil: Seleção de Cinema - Festival del cinema brasiliano

13.2.2014

Quelli della Compagnia di Fondazione Sistema Toscana e Cinema do Brasil presentano Brasil: Seleção de Cinema, il meglio del cinema brasiliano contemporaneo per la prima volta a Firenze, dal 13 al 16 Febbraio al Cinema Odeon. Un’occasione unica per conoscere da vicino i protagonisti di una cinematografia in continua evoluzione.

In programma dieci film, di cui nove sono in anteprima italiana. Molti gli ospiti internazionali presenti e le occasioni di confronto sulla realtà brasiliana contemporanea. Ad aprire il festival, giovedì 13 febbraio alle 20.30, sarà il film “Serra Pelada“, di Heitor Dhalia, ospite il grande attore Juliano Cazarré.

Il festival è organizzato con il patrocinio dell’Ambasciata del Brasile e grazie al sostegno dell'Ente Cassa di Risparmio di Firenze - Osservatorio per Le Arti Contemporanee e in collaborazione  con COSPE, Istituto IBRA e Museo Marino Marini.

Filtri: Quelli della Compagnia, Festival, Cinema, 2014

Festival dei Popoli

Festival internazionale del cinema documentario 2013

Evento inserito nella rassegna 50 Giorni di Cinema 2013

02.10.2013

Reality is more!

Prende il via il 30 novembre 2013 la 54° edizione del Festival dei Popoli di Firenze, la più prestigiosa manifestazioni italiana interamente dedicata al cinema documentario. Tra i principali eventi del settore documentario in Europa, il Festival dei Popoli negli anni è riuscito a proiettare sugli schermi di Firenze i capolavori di maestri del cinema mondiale, da Jean Renoir a Jean-Luc Godard, da Ken Loach a Claire Simon, oltre a centinaia di pellicole dei più grandi documentaristi internazionali che in Italia avrebbero corso il rischio di restare invisibili. A partire da questa edizione, il festival si arricchisce di un nuovo spazio – Doc at Work – realizzato grazie al sostegno di Regione Toscana e FST - Fondazione Sistema Toscana, che ringraziamo per la fiducia concessa al progetto. Incontri, workshop, presentazioni di libri e DVD, dibattiti con gli autori e con gli ospiti del Festival si articoleranno in un programma che si propone di alimentare la riflessione sul documentario come linguaggio della contemporaneità.
 

Filtri: Festival dei Popoli, Festival, Cinema, 2013

River to River

Florence Indian Film Festival

Evento inserito nella rassegna 50 Giorni di Cinema 2013

02.10.2013

 

Dal 22 al 28 novembre 2013 si svolge al cinema Odeon di Firenze la XIII edizione del River to River Florence Indian Film Festival, l'unico festival interamente dedicato alla cinematografia indiana in Italia. All'interno della "50 Giorni", il Festival è ideato e organizzato da Selvaggia Velo, direttrice della manifestazione, con il Patrocinio dell'Ambasciata dell'India e in collaborazione con il NFAI - National Film Archive of India.

Il Festival proporrà il meglio della cinematografia indiana dell'ultimo anno, tra anteprime europee e italiane, incontri con ospiti ed eventi collaterali, momenti di approfondimento e mostre fotografiche, oltre ad una speciale retrospettiva dedicata ad una star del cinema indiano.

 

Filtri: River to River, Festival, Cinema, 2013

Lo schermo dell'arte

Film Festival 2013

Evento inserito nella rassegna 50 Giorni di Cinema 2013

02.10.2013

Lo schermo dell’arte Film Festival si espande quest’anno a tutta la città secondo un’idea di Festival diffuso.
Incontri ed eventi si terranno anche nelle maggiori istituzioni culturali e del contemporaneo del territorio: Accademia di Belle Arti di Firenze, Rettorato dell'Università di Firenze, Museo Marino Marini, Villa Romana, Centro per la Cultura Contemporanea Strozzina, Centro per l'Arte Contemporanea L. Pecci di Prato.

In cinque anni Lo schermo dell’Arte Film Festival si è affermato come uno dei progetti internazionali più innovativi che indagano le molteplici relazioni tra arte contemporanea e cinema. Per la sesta edizione si apre alla città coinvolgendo le maggiori istituzioni culturali del contemporaneo che ospiteranno i Festival Talks, preziose occasioni di incontro con artisti e autori. Inoltre, il Festival conferma la tradizionale struttura del suo programma con le sezioni Cinema d’Artista, Sguardi, film in prima italiana dedicati ai protagonisti dell’arte di oggi, Focus on dedicato quest’anno all’opera cinematografica dell’artista lituano Deimantas Narkevicius, VISIO-European Workshop on Artists’ Moving Images e il Premio Lo schermo dell’arte Film Festival 2013.

Filtri: Lo schermo dell'arte, Festival, Cinema, Arti visive, 2013

CANGO

La democrazia del corpo

Evento inserito nella rassegna Festival Oltrarno Atelier 2013

01.11.2013

novembre 2013 > marzo 2014

Attraverso un ciclo di spettacoli, incontri, residenze e pratiche, La democrazia del corpo affronta il tema del corpo come viatico di trasmissione e sospensione. 150 giorni nel cuore del gesto e della danza; un viaggio che si schiude al frequentatore come pratica in cui è possibile condividere l’apertura verso le altre arti.
Per la prima volta, Virgilio Sieni porta a Cango quattro produzioni della Compagnia e tre progetti specifici dell’Accademia sull’arte del gesto, che intendono comporre un’unica visione organica.

La democrazia del corpo vuol mostrare al pubblico percorsi di visione pensati come un cammino alla ricerca del gesto; laboratorio aperto che elabora un trittico di relazioni e risonanze tra Firenze, Marsiglia e Riga.
Il progetto per Marseille-Provence Capitale Europea della Cultura 2013 ha visto la partecipazione di oltre 160 interpreti dell’Accademia sull’arte del gesto, provenienti da diversi luoghi del bacino del Mediterraneo: donne e uomini di tutte le età sono stati protagonisti di tre Agorà dislocate in altrettanti luoghi simbolici della città di Marsiglia.
 

Filtri: CANGO, Teatro, Performing Art, Musica, Festival, Danza, Arti visive, 2013

CANGO

Cenacoli fiorentini - Grande adagio popolare III

09.7.2013

Giunto alla sua terza edizione, il progetto Cenacoli fiorentini _ Grande Adagio Popolare è un evento che coinvolge quattro Cenacoli della città di Firenze, in un percorso che si propone di disegnare una geografia inedita dei luoghi della città. In dialogo costante con le diverse raffigurazioni dell’Ultima Cena, le azioni assumono il valore di una ricerca umana e figurativa che si sviluppa intorno al tema del contatto, in un viaggio fisico che attraversa identità, linguaggi e luoghi, lontani ma connessi tra loro attraverso il gesto poetico. In questi spazi straordinari e nascosti della città, luoghi della condivisione e della visione, della meditazione e del silenzio, prendono vita azioni che coinvolgono danzatori professionisti, bambini, adolescenti, coppie di madri e figli, donne e uomini provenienti da diversi Paesi, in un percorso che invita alla sospensione del gesto quotidiano.

Filtri: CANGO, Performing Art, Festival, Danza, Arti visive, Teatro, 2013

Biennale di Venezia

Padiglione Italia - Vice Versa

01.6.2013

Vice versa è il titolo scelto dal curatore Bartolomeo Pietromarchi per il progetto espositivo del Padiglione Italia alla 55. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali attraverso la Direzione Generale per il Paesaggio, le Belle Arti, l’Architettura e l’Arte Contemporanee.
Vice versa riprende un concetto teorizzato da Giorgio Agamben nel volume Categorie italiane. Studi di Poetica (1996), in cui il filosofo sostiene che per interpretare la cultura italiana sia necessario individuare una “serie di concetti polarmente coniugati” capaci di descriverne le caratteristiche di fondo. Binomi quali tragedia/commedia,architettura/vaghezza o velocità/leggerezza divengono così originali chiavi di lettura di opere e autori fondanti della nostra storia culturale. Ispirandosi a questa visione, vice versa propone un per corso espositivo composto da sette stanze, sette ambienti ognuno dei quali ospita due artisti in dialogo traloro, dove il senso profondo di questa vocazione dialettica è manifestato dalle opere esposte. I quattordici artisti invitati sono:Francesco Arena, Massimo Bartolini, Gianfranco Baruchello, Elisabetta Benassi, Flavio Favelli, Luigi Ghirri, PieroGolia, Francesca Grilli, Marcello Maloberti, Fabio Mauri, Giulio Paolini, Marco Tirelli, Luca Vitone, Sislej Xhafa.

IL CATA LOGO
L’immagine coordinata di vice versa – dal logo alla campagna di comunicazione, dagli inviti alla pannellistica fino al catalogo sarà sviluppata da Mousse Agency. La pubblicazione che accompagna la mostra sarà edita in doppia lingua, italiano e inglese, e raccoglierà un’importante selezione di materiali inediti che documenteranno l’ideazione e l’elaborazione delle opere.

Filtri: Biennale di Venezia, Performing Art, Fotografia, Festival, Editoria, Arti visive, 2013

Musicus Concentus

CALIBRO 35 - Indagine Sul Cinema Del Brivido In Italia - live

Evento inserito nella rassegna Crescendo 2013

13.4.2013

Un appuntamento di rilievo per "Crescendo", un concerto speciale che vedrà sul palco del Teatro della Pergola di Firenze i musicisti di Calibro 35 in formazione allargata con numerosi ospiti a celebrare la musica di uno dei generi di culto del cinema italiano degli anni Settanta: quello del cinema del brivido, termine che racchiude un'ampia categoria film che vanno dai primi thrilling gialli visionari di Dario Argento, a horror come "Reazione a Catena" di Mario Bava, allo splatter di pellicole come "Cannibal Holocaust".
Calibro 35 propone un nuovo percorso di rivisitazione dal vivo a questa variegata produzione musicale, con un concerto ricco di ospiti: alla classica formazione a quattro di Calibro si affiancano infatti percussioni, una sezione di archi e di ottoni, theremin e voci che daranno vita ad un'esibizione di sicura presa.

Filtri: Musicus Concentus, Musica, Festival, Cinema, 2013

Fabbrica Europa

edizione 2013

16.4.2013

Spazio alla danza e al teatro per aprire un festival diffuso: dalla città alla regione, dall’Italia all’Europa. La XX edizione di Fabbrica Europa scompagina i margini, disegnando una nuova formula: un festival dilatato nello spazio e nel tempo, una programmazione più ramificata che, da metà aprile a metà giugno che coinvolge in una rete attiva diversi teatri e spazi performativi della città e della regione. Due mesi per tracciare un’inedita mappa del contemporaneo che punta sulla trasversalità. È il concetto di mobilità dell’arte o di progettualità diffusa, già avviato negli ultimi anni, si concretizza in forma più definita e capillare. Il Teatro Era di Pontedera, il Teatro Cantiere Florida, CanGo Cantieri Goldonetta, la Stazione Leopolda, il Teatro della Pergola, l’Istituto Francese, il Rondò di Bacco, il Vivaio del Malcantone e altri spazi, accolgono importanti protagonisti - nazionali e internazionali - della danza e del teatro, insieme a giovani emergenti, autori di progetti innovativi e di qualità.

Filtri: Fabbrica Europa, Teatro, Performing Art, Musica, Festival, Danza, Cinema, Arti visive, 2013

Musicus Concentus

Peter Brötzmann – Paal Nilssen

Peter Brötzmann – Paal Nilssen - 0 Peter Brötzmann – Paal Nilssen - 1

1/2

Evento inserito nella rassegna Crescendo 2013

13.4.2013

L’eccezionale duo che affianca il sassofonista tedesco Peter Brötzmann al batterista norvegese Paal Nilssen-Love è l’appuntamento che inaugura i concerti di “Crescendo” del 2013. L’evento si annuncia di grande rilievo vista la centralità del sassofonista tedesco, un punto di riferimento della new music dalla metà degli anni Sessanta. La collaborazione tra Brötzmann e Nilssen-Love è iniziata nel 1998 e da allora, oltre che in duo, si è sviluppata in numerosi gruppi: il quartetto Hairy Bones, il Roma trio, l’ Ada trio, e il Peter Brötzmann Chicago Tentet. Il duo ha già al suo attivo concerti in Europa, Stati Uniti e Giappone, e due cd, pubblicati dall’etichetta di Oslo Smalltown Supersound,“SweetSweat” (2008),  “Woodcuts” (2010). Il risultato della loro combinazione produce una musica di straordinaria energia, un’intesa magnifica e stimolante in un confronto generazionale che mescola entusiasmo ed esperienza per approdare ad una musica coinvolgente e liberatoria.

Filtri: Musicus Concentus, Musica, Festival, 2013

River to River

Florence Indian Film Festival

Evento inserito nella rassegna 50 Giorni di Cinema 2012

25.10.2012

Si svolgerà dal 7 al 13 dicembre al Cinema Odeon di Firenze la XII edizione di River to River Florence Indian Film Festival, l’unico festival in Italia totalmente dedicato al cinema indiano. In occasione del centenario del cinema indiano il Festival presenterà in versione restaurata, grazie alla collaborazione con il National Film Archive of India, il primo film muto in bianco e nero indiano, Raja Harishchandra di Dadasaheb Phalke, che era stato proiettato per la prima volta il 21 aprile 1913 all’Olympia Theatre di Bombay. Per festeggiare questo compleanno speciale, River to River Florence Indian Film Festival, in collaborazione con Luisa Via Roma, dedicherà un omaggio alla superstar di Bollywood più acclamata a livello mondiale, idolatrata in India come una vera e propria divinità: l’attore AMITABH BACHCHAN - ospite per la prima volta in un festival in Italia - che sarà a Firenze per presentare alcuni suoi film.

Filtri: River to River, Festival, Cinema, 2012

CANGO

Stanze segrete

Evento inserito nella rassegna Festival Oltrarno Atelier 2012

10.12.2012

Stanze segrete_ Festival Cerbiatti del nostro futuro coinvolge un’ampia parte della città, l’Oltrarno fiorentino, mettendo in relazione un’articolata geografia di luoghi, unica nel suo genere, attraverso la poeticità di azioni coreografiche eseguite da giovanissimi interpreti. Il progetto assegna ai bambini il compito di indicarci delle chiavi di lettura di alcuni spazi preziosi e unici, in relazione alle pratiche del corpo, della danza e alla loro visione.
Un ciclo di percorsi che include alcune botteghe artigiane, il Salone delle Statue di Palazzo Pitti, la Tribuna di Galileo del Museo di Storia Naturale “La Specola”, l’ex Chiesa San Carlo dei Barnabiti, il Cenacolo di Santa Maria del Carmine e Cango Saloncino Goldoni.


Le opere, rappresentate unicamente dai bambini coinvolti nel progetto, aprono magicamente a una percezione rinnovata di questi luoghi: la tattilità, la natura dello sguardo, la prontezza mnemonica, il tempo presente che coincide con i luoghi dell’esperienza e del passato, sono i temi fondanti del progetto, che agiscono come una sorta di manifesto sull’arte del corpo in relazione agli spazi della città e all’età dell’uomo.

Produzione Accademia sull’Arte del Gesto. A cura di Compagnia Virgilio Sieni, Cango Cantieri Goldonetta Firenze

 


 

Filtri: CANGO, Performing Art, Festival, Danza, 2012

Festival dei Popoli

Festival dei Popoli 2012

Evento inserito nella rassegna 50 Giorni di Cinema 2012

25.10.2012

Il Festival dei Popoli - giunto nel 2012 alla sua 53a edizione - è il più importante appuntamento in Italia per la presentazione di film documentari di recente produzione, per l'approfondimento della conoscenza della storia del documentario, per il contributo alla riflessione teorica sull'evoluzione del linguaggio cinematografico, per la condivisione di idee e progetti, anche in vista di opere ancora in fase di realizzazione.

Il documentario è uno dei punti di eccellenza del cinema italiano contemporaneo. Il Festival propone sette lungometraggi rappresentativi della produzione nazionale 2012 e persegue l’obiettivo di presentare e valorizzare i migliori film documentari nazionali e internazionali nelle loro diverse declinazioni. Accanto ai concorsi dedicati al lungometraggio e al cortometraggio, incentrati rispettivamente su una selezione di quattordici e quindici titoli inediti in Italia, molte sono le sezioni che compongono la kermesse, suddivise come di consueto tra il cinema Odeon, lo Spazio Uno e l’Istituto francese.

Filtri: Festival dei Popoli, Festival, Cinema, 2012

Fabbrica Europa

Art Mobility

03.5.2012

Il Festival Internazionale della Scena Contemporanea Fabbrica Europa, giunto alla XIX edizione, ha presentato un programma vario e articolato (ricchissimo di prime nazionali e creazioni originali) che dal suo centro catalizzatore storico, la Stazione Leopolda, si è diramato nella città di Firenze con eventi in altri spazi e con azioni performative che hanno interessato piazze, strade, scorci rinascimentali e snodi urbani. L’obiettivo era quello di dar vita a una vera e propria mappa del contemporaneo tesa ad allargare l'azione culturale e a coinvolgere oltre al già numeroso pubblico del festival anche i cittadini solitamente distanti dai linguaggi artistici. Così, alla Stazione Leopolda il pubblico ha potuto scoprire le più recenti e interessanti espressioni contemporanee, nazionali e internazionali, della danza, della musica, del teatro di ricerca, come dei linguaggi sperimentali delle arti visive e della multimedialità con eventi e performance declinati da artisti riconosciuti o emergenti. Un festival all’insegna del concetto di mobilità dell'arte, intesa come movimento, transito, viaggio, tanto transnazionale (tra Paesi europei, ma non solo) che interculturale (con incontri e scambi tra identità diverse), ma anche temporale e intergenerazionale (con particolare attenzione al rapporto Maestri e giovani).

con il contributo di:
Programma Cultura dell'Unione Europea, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Toscana, Provincia di Firenze, Comune di Firenze, Ente Cassa di Risparmio di Firenze, Osservatorio per le arti contemporanee
 
e con il sostegno di
Ambasciata di Francia,
Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi - Olandiamo in Toscana, Fondazione Nuovi Mecenati, Institut Français, Istituto Svizzero di Roma, Youth in Action Programme dell'Unione Europea, Roots&Routes international


 

Filtri: Fabbrica Europa, Teatro, Performing Art, Musica, Festival, Danza, Arti visive, 2012

River to River

River to River 2011 - Florence Indian Film Festival

Evento inserito nella rassegna 50 Giorni di Cinema 2011

20.10.2011

River to River. Florence Indian Film Festival, con il Patrocinio dell’Ambasciata dell’India, quest’anno all’XI edizione si terrà dal 2 all’8 dicembre 2011 presso il cinema Odeon di Firenze, sotto l’egida di Regione Toscana e Fondazione Sistema Toscana Mediateca Regionale all’interno della Cinquanta Giorni di Cinema Internazionale a Firenze.

Con la collaborazione del National Film Development Corporation di Mumbai, Angel Television e Chhayabani Films, il Festival renderà omaggio al Premio Nobel per la Letteratura Rabindranath Tagore (1861-1941), poeta, drammaturgo e filosofo indiano, a 150 anni dalla sua nascita, data importante anche per il nostro Paese che ha festeggiato proprio quest'anno i 150 anni dell'Unità nazionale.

Il Festival è organizzato con il contributo del Ministero per i Beni e la Attività Culturali - Direzione Cinema, Regione Toscana e Fondazione Sistema Toscana Mediateca, Assessorato alla Cultura del Comune di Firenze, nonché di Ente Cassa di Risparmio di Firenze insieme a OAC, e Ufficio Nazionale del Turismo Indiano di Milano. Prezioso il sostegno degli sponsor Angela Caputi Giuggiù, Hotel Roma, Instyle, Jet Airways, Klopman, Lisa Corti Firenze, Sport Clinic Center e ristorante indiano Zafferano, oltre alla collaborazione con CTS e Palazzo Tornabuoni e al Patrocinio dell’Associazione Italia-India.


 

Filtri: River to River, Festival, Cinema, 2011

Lo schermo dell'arte

Lo schermo dell'arte 2011

Lo schermo dell'arte 2011 - 0 Lo schermo dell'arte 2011 - 1 Lo schermo dell'arte 2011 - 2 Lo schermo dell'arte 2011 - 3

1/4

Evento inserito nella rassegna 50 Giorni di Cinema 2011

20.10.2011

Quattro i giorni di proiezioni, quindici i film, numerose le anteprime italiane, Sarah Morris, Armin Linke, Omer Fast, Corinna Belz tra gli artisti e registi ospiti della IV edizione de Lo Schermo dell'Arte Film Festival, al Cinema Odeon di Firenze. Tra le pellicole in programma ricordiamo i due film di Sarah Morris Points on a Line e Chicago arricchiti dalle musiche di Liam Gillick; Over Your Cities Grass Will Grow, il film di Sophie Fiennes su Anselm Kiefer; Urs Fischer di Iwan Schumacher e How are you dedicato alla coppia scandinava Elmgreen & Dragset;  il commovente 1395 Days Without Red con cui Anri Sala ha portato il dramma dell’assedio di Sarajevo sul grande schermo;  e infine il toccante ritratto di Gerhard Richter di Corinna Belz che ha concluso la programmazione del festival. 

Il Premio Lo schermo dell’arte Film Festival 2011 è andato ad Alterazioni Video per il progetto Incompiuto siciliano. La trasformazione del reale. Per la prima edizione di Mobiles - un nuovo programma espositivo che, in luoghi diversi dalla sala cinematografica, presenta singole opere di artisti internazionali legate alle moving images e ai new media -  i Cantieri Goldonetta hanno ospitato Talk Show di Omer Fast. Il festival si è avvalso della collabrazione del Museo Marino Marini, del Centro Pecci e di CCC Strozzina.

 



 

Filtri: Lo schermo dell'arte, Festival, Cinema, Arti visive, 2011

Fabbrica Europa

Worlds of Culture

Worlds of Culture - 0 Worlds of Culture - 1 Worlds of Culture - 2

1/3

04.5.2011

Worlds of Culture è il titolo dell'edizione 2011 del Festival Fabbrica Europa, che - in programma dal 4 al 28 maggio alla Stazione Leopolda e in altre sedi - apre una nuova indagine sulle tante isole culturali, sui territori che, pur facendo parte di quel mondo globale che è oggi il nostro continente, conservano un’identità riconoscibile e un’originalità feconda. Fabbrica Europa accoglie progetti e produzioni nazionali e internazionali di riconosciuti maestri e di una nuova generazione di artisti che, mediante la contaminazione tra discipline diverse, ampliano l’orizzonte dei linguaggi artistici contemporanei. Con un articolato programma di eventi di danza, teatro, musica, installazioni, workshop e incontri, il Festival è l'occasione per tracciare una mappa sempre più aggiornata delle riflessioni che attraversano l’Europa contemporanea.

L'apertura è affidata a Alain Platel, maestro del panorama europeo e tra gli altri ospiti e produzioni di quest'anno ricordiamo la prima di Missa Ockeghem, frutto della collaborazione tra Homme Armé e Tempo Reale; Zita Swoon in collaborazione con Anne Teresa de Keersmaeker; i norvegesi Verdensteatret e Zero Visibility, Virgilio Sieni, Anna Stigsgaard e Roberto Bacci, T.R.A.S.H, Santasangre e molto altro ancora. 

Scarica il comunicato stampa ufficiale e il calendario giorno per giorno.

Filtri: Fabbrica Europa, Teatro, Performing Art, Musica, Festival, Danza, 2011

Tempo Reale

Festival 2010

Festival 2010 - 0 Festival 2010 - 1 Festival 2010 - 2

1/3

08.10.2010

Nella musica, come nell’arte, è spesso necessario 'riavvolgere il nastro del tempo' riascoltando, analizzando e riflettendo sulle esperienze che hanno condotto allo sviluppo attuale della creatività.
Con il titolo REWIND. La musica dal futuro al passato - l'edizione 2010 di Tempo Reale Festival getta un ponte tra la storia della musica di ricerca e le esperienze più recenti.

Il programma del festival comprende una lecture con Andrea Aleardi sul tema Architetture per lo spettacolo; l'ensemble vocale L’Homme Armé con il concerto A-RONNE/Dal Cinquecento a Berio e Sanguineti; un appuntamento di TR_PLAYLIST con Denis Smalley; lo spettacolo di Jonathan Burrows e Matteo Fargion, Cheap Lecture/The cow piece; il concerto del duo pianistico Cadini&Torquati, John Cage/Winter music; il concerto + workshop del compositore e teorico altoatesino Albert Mayr, Hora Harmonica e, in collaborazione con Musicus Concentus il concerto Datamatics [ver.2.0] di Ryoji Ikeda.
Un festival dunque vario e articolato, capace di sollecitare la curiosità e l’interesse di persone curiose e sensibili verso l’innovazione musicale, ma anche di soddisfare il desiderio di musica impegnata delle nuove e vecchie generazioni della Toscana.

Filtri: Tempo Reale, Musica, Festival, 2010

Lo schermo dell'arte

Donne Senza Uomini

Donne Senza Uomini - 0 Donne Senza Uomini - 1

1/2

09.3.2010

Il 9 marzo 2010,  al Cinema Odeon, è stato proiettato in anteprima nazionale, Donne Senza Uomini, il primo lungo metraggio dell'artista Shirin Neshat. Una sala gremita ha accolto l'artista che ha presenziato alla proiezione e partecipato a un incontro/intervista con Silvia Lucchesi, curatrice del festival Lo schermo dell'Arte 

Shirin Neshat è una delle artiste più celebri del mondo dell’arte contemporanea.

Donne senza uomini è il suo primo lungometraggio, un film d'esordio con il quale ha vinto il Premio per la miglior regia all'ultimo Festival di Venezia. Tratto dall’omonimo romanzo di Shahrnush Parsipur che per questo libro è stata censurata ed esiliata dall’Iran, il film narra la storia di quattro donne iraniane nell’estate del 1953, quando un colpo di stato guidato dagli americani e appoggiato dagli inglesi, depose il primo ministro democraticamente eletto e restaurò lo Shah al potere. Appartenenti a classi sociali diverse, le quattro donne fuggono da Teheran per rifugiarsi in uno splendido giardino dove trovano indipendenza, conforto e amicizia.

Filtri: Lo schermo dell'arte, Festival, Cinema, 2010

Lo schermo dell'arte

Film Festival 2009

Film Festival 2009 - 0 Film Festival 2009 - 1 Film Festival 2009 - 2

1/3

Evento inserito nella rassegna 50 Giorni di Cinema 2009

29.10.2009

Per la seconda edizione de Lo schermo dell'arte,  curata da Silvia Lucchesi, il programma annovera film realizzati da artisti che hanno scelto il cinema come mezzo d’espressione, quali Mark Lewis e Alfredo Jaar, entrambi presenti alle proiezioni.  Molte le prime italiane come il documentario del regista e critico d'arte Ben Lewis, che racconta i segreti del mercato dell’arte contemporanea; Martin Scorsese, che narra come il cinema abbia influenzato l’opera dei due maestri del Cubismo, Picasso e Braque; l’artista svizzera Pipilotti Rist, ripresa sul set del suo primo film Pepperminta presentato all’ultima Mostra del Cinema di Venezia. Infine un omaggio a Luciano Emmer, recentemente scomparso, del quale si ripropone la riedizione (2000) del suo Picasso del 1954, e molti film dove protagonisti sono artisti quali Cindy Sherman, Jean-Michel Basquiat, Georges Rousse. 


Filtri: Lo schermo dell'arte, Cinema, Arti visive, Festival, 2009

XING

Flora 2008

05.12.2008

Nel dicembre 2008, negli spazi di CangoXING presenta la seconda edizione di Flora, un festival nazionale, nato dall'esperienza di Netmage e dedicato a nuovi progetti di cooperazione interdisciplinare commissionati a personalità italiane maturate nel settore delle arti elettroniche (video/film-makers, artisti visivi, fotografi, musicisti).

Una serie di progetti multi-schermo, affiancati da una camera oscura e da un 'teatro' oggettuale, costituiscono l'ossatura di un programma che oscilla tra evocazioni fantasmatiche, immagine documentaria e neo-concretismo. Una selezione di live media che attraverso sette opere commissionate appositamente o riprese, mette in luce una generazione di artisti cresciuti tra l'Italia e altri paesi europei nell'ultimo decennio come Luciano Maggiore, Narice (Virgilio Villoresi/Dominique Vaccaro), Federico Pepe/Wang Inc., Ephemeroptera (Francesca Cogni/Pietro Lembi/Giuseppe Ielasi), Francesco Fei/Steve Piccolo, Massimiliano Nazzi/Emanuele Martina, Pietro Riparbelli/K11. 
Flora è un progetto curato da Daniele Gasparetti e Andrea Lissoni.

Filtri: XING, Performing Art, Musica, Fotografia, Festival, Arti visive, 2008

Lo schermo dell'arte

Film Festival 2008

Film Festival 2008 - 0 Film Festival 2008 - 1

1/2

Evento inserito nella rassegna 50 Giorni di Cinema 2008

31.10.2008

Lo Schermo dell’Arte è una rassegna cinematografica dedicata ai film sul tema dell’arte contemporanea e ai film d’artista.  

Sono molte le anteprime italiane e gli ospiti presenti per l'edizione 2008:  il fotografo Gabriele Basilico; Chiara Clemente con Our City Dreams, un film dedicato alla figura di cinque artiste - Swoon, Ghada Amer, Kiki Smith, Marina Abramovic e Nancy Spero - che hanno eletto la città di New York come luogo in cui vivere e lavorare; Massimiliano Pacifico con Opera, un dietro le quinte dell’allestimento della mostra che Mimmo Paladino ha realizzato negli spazi del Museo dell’Ara Pacis in collaborazione con il musicista Brian Eno; Christoph Schaub e Michael Schindhelm con il film Bird's Nest: Herzog and De Meuron in China, che racconta e ricostruisce passo per passo il lavoro dei due celebri architetti svizzeri Jacques Herzog e Pierre De Meuron per lo stadio olimpico di Pechino; Babette Mangolte con il film Seven Easy Pieces by Marina Abramovic.

Lo Schermo dell’arte, a cura di Silvia Lucchesi, fa parte di '50 giorni di cinema internazionale a Firenze', una rassegna organizzata da Mediateca Regionale Toscana Film Commission, in collaborazione  con Regione Toscana  e Comune di Firenze.

Filtri: Lo schermo dell'arte, Festival, Cinema, 2008